Formazione Continua – Voucher per le aziende
7 Agosto 2020
Comunità di pratica risorse umane
11 Dicembre 2020

Consulenze individuali

Consulenze on line.

  1. Bilancio di competenze (3 consulenze di 1 ora a cadenza quindicinale)
  2. Empowerment (3 consulenze di 1 ora a cadenza quindicinale)
  3. Consulenza al ruolo professionale (3 consulenze di 1 ora a cadenza quindicinale)

Bilancio di competenze

Riconoscere e valorizzare le proprie competenze professionali

PREMESSA
Che cosa è?
Il bilancio di competenze è un percorso di colloqui che consente alla persona di riconoscere le competenze maturate e quelle che desidera sviluppare per una crescita professionale, uno sviluppo di carriere e/o valutare quale lavoro confà alle proprie propensioni e attitudini.
A cosa serve?
Ripercorrere e valorizzare le proprie esperienze professionali e di vita
Chiarire ciò che si conosce e che si sa fare (le competenze maturate)
Comprendere le proprie propensioni ed attitudini e come farle riconoscere nel mercato del lavoro

OBIETTIVI
La persona ha la possibilità di:

  • Ricostruire, analizzare e valutare la propria storia formativa e lavorativa valutando e definendo le competenze acquisite
  • Riconoscere e valorizzare le competenze e le risorse personali consolidate attraverso le esperienze professionali e extra professionali
  • Individuare i punti di forza del proprio bagaglio di competenze e risorse e gli elementi da potenziare/sviluppare, valutandone la spendibilità e trasferibilità nel contesto o mercato lavorativo
  • Elaborare un piano di sviluppo professionale e di carriera congruente e realistico
  • Riconoscere gli elementi portanti per mettere a punto un piano di azione per la ricerca attiva di lavoro

RISULTATI ATTESI
Il portfolio di competenze (per raccogliere i documenti che descrivono e attestano i percorsi formativi e lavorativi e le competenze maturate)
Il documento del Bilancio di Competenze dove saranno definite le conoscenze acquisite, le abilità professionali e le propensioni personali e alle soft skill maturate.

A CHI È RIVOLTO
Persone che desiderano riconoscere, definire e valorizzare le competenze possedute per una crescita professionale, per migliorare la propria posizione e intraprendere un percorso di carriera. Persone che intendono, per vari motivi, ricollocarsi o reinserirsi nel mondo del lavoro.

Empowerment – Sviluppo del potenziale

Scoprire e realizzare i propri talenti

PREMESSA
Che cosa è?
Lo sviluppo del potenziale, accompagna con colloqui individuali, il lavoratore ad un self-empowerment cioè al potenziamento personale e professionale per utilizzare le proprie capacità, energie, attitudini. Stimolando il meglio di sé e la propria espressione e crescita.

A cosa serve?
Lo sviluppo del potenziale serve a scoprire, riconoscere e sviluppare i propri talenti attraverso l’analisi dei propri bisogni e desideri, la definizione di una progettualità e la gestione delle risorse interne/esterne. In questo modo favorisce la percezione e valorizzazione di se’ (autoefficacia) intervenendo sulla motivazione, sulla sicurezza in sé, sull’energia psichica (sentimento di benessere).

OBIETTIVI
La persona verrà accompagnata attraverso le seguenti quattro fasi:
Bisogni e desideri per mobilitare la capacità della persona nel ritrovare le “passioni” che mettono in moto l’energia psichica
Pensabilità e progettualità per accompagnare la persona a proiettarsi e presidiare il futuro
Risorse interne per orientare la persona verso i talenti, i punti forza di valore. Risorse esterne stimolare l’analisi, la valutazione e l’eventuale investimento sulle risorse esistenti nei contesi a cui la persona appartiene
Gestione e aggiramento delle difficoltà soggettive che la persona esprime nell’affronÈtare il tema del potenziale

RISULTATI ATTESI
I risultati dello sviluppo del potenziale saranno:
definizione di un Piano di sviluppo del potenziale per una visione complessiva e strategica dell’insieme delle potenzialità della persona
definizione di un  Piano d’azione  per la realizzazione di ogni singola potenzialità della persona.

A CHI È RIVOLTO
Persone che desiderano scoprire, riconoscere e sviluppare il potenziale per migliorare l’esercizio della propria professione, la propria posizione lavorativa e intraprendere un percorso di carriera. Persone che intendono, per vari motivi, ricollocarsi o reinserirsi nel mondo del lavoro.

Consulenza al ruolo

Come “abitare” il proprio ruolo professionale

PREMESSA
Che cosa è?

La consulenza al ruolo è un metodo che accompagna, con colloqui individuali, il lavoratore a riconoscere il proprio ruolo, comprendendo le aspettative ed il mandato dell’organizzazione. Successivamente aiuta ad affrontare l’interpretazione personale del ruolo valutando le risorse ed i limiti.

A cosa serve?
La consulenza al ruolo serve al lavoratore per riconoscere e comprendere gli aspetti sociali del ruolo (aspettative, obiettivi, responsabilità definiti dall’organizzazione), mettendoli in relazione con quelli personali: l’interpretazione del ruolo (bisogni/desideri, obiettivi dell’attore di ruolo). La persona verrà accompagnata a valutare come attraverso il ruolo può esprime le proprie capacità, attitudini, talenti.

OBIETTIVI
La persona verrà accompagnata attraverso le seguenti quattro fasi:
Riconoscere le aspettative ed i bisogni organizzativi e quelli personali rispetto al ruolo esercitato;
Comprendere le risorse ed i limiti del ruolo assunto;
Valutare come può l’esercizio del ruolo esprimere e valorizzare le proprie risorse.

RISULTATI ATTESI
I risultati del percorso di consulenza al ruolo saranno:
definizione di strategie di fronteggiamento funzionali all’esercizio del proprio ruolo
partendo dalle aspettative di ruolo elaborazione di un piano di potenziamento e sviluppo delle proprie risorse

A CHI È RIVOLTO
Persone che desiderano “un’assunzione del proprio ruolo lavorativo” dialogica, costruttiva ed interlocutoria con l’organizzazione di appartenenza. La possibilità di interpretare un ruolo professionale in cui ci si ritrova come persona e professionista.

 

CALENDARIO
Ognuno dei tre interventi di consulenza (bilancio competenze, empowerment, consulenza al ruolo) prevede ciascuno 3 consulenze individuali on-line della durata di 1 ore l’uno per un totale di ore 3.

CONSULENTE
Dott. Paolo Prandelli Esperto nei processi formativi docente e consulente nell’ambito della gestione risorse umane comportamento organizzativo e sviluppo del potenziale umano.

Comments are closed.